“Sono contenta, voglio prendere tutto quello che c’è di buono in questa giornata perché un argento non si butta via. Ieri avrei dato oro per un bronzo, non voglio pensare alla finale”. E’ quanto ha dichiarato Rossella Fiamingo dopo aver vinto la medaglia d’argento nella spada ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Poi sul tormentone esploso in rete con la presenza ingombrante del premier Matteo Renzi che ha mandato molti sms agli azzurri poi clamorosamente usciti sconfitti (Nibali costretto al ritiro, Petra Zublasing alla carabina, Niccolò Campriani e Marco De Nicolò nel tiro a segno, ma anche Elios Manzi nel Judo, Luca Marin e Federico Turrini nei 400 metri misti di nuoto maschile, Sara Franceschi e Luisa Trombetti nei 400 metri misti femminile), tanto da diventare un hashtag in tendenza su Twittwer #Renziportasfiga, la Fiamingo ha detto: “Il premier ha tifato tanto per me. Qualcuno diceva che porta sfiga, ma non è così perché comunque dal primo al penultimo assalto ci sono arrivata”.