“Se passa il Sì, passiamo dal bicameralismo perfetto al bicameralismo incasinato. Renzi si è reso conto di aver commesso un errore politico grosso. Nel momento che tu dici “se perdo, me ne vado”, corri però il rischio di far coalizzare l’opposizione contro di te. Ed ora recuperare è complicato”. Così il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez ospite a In Onda (La7) commenta la situazione politica in vista del referendum sulla riforma costituzionale. E aggiunge: “Io invito ad andare a leggere il testo della nuova riforma. Accanto a degli articoli chiari e condivisibili, ce ne sono altri che – prosegue – neanche chi ha qualche titolo giurisprudenziale li capisce. E’ tutto molto confuso, quando invece la Costituzione deve essere semplice e comprensibile. Sembra un articolo condominiale”. Diversa la posizione di Matteo Ricci, vicepresidente del Pd e sindaco di Pesaro. “Sono 30 anni che discutiamo di riformare le istituzioni“, dice Ricci che spiega: “Quando è stato rieletto presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, tutti a spellarsi le mani quando ha sollecitato le riforme costituzionali. Ci sono state migliaia di riunioni e convegni su questo”. “E avete partorito una schifezza“, chiosa Gomez