Discoteche? Non ci sono mai andato, non le amo, perché, essendo tutti più alti di me, non respiro“. Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, risponde ai conduttori Tommaso Labate e David Parenzo, durante “In Onda Estate” (La7), a una domanda sui suoi gradimenti mondani. Il deputato, ospite della trasmissione assieme al vicedirettore de Il Fatto Quotidiano, Stefano Feltri, si esprime anche sulla legalizzazione delle droghe leggere: “Io dico: ‘No, no, no’. La cannabis è un imbroglio che distrugge il cervello dei giovani e intere generazioni. Con la cannabis legale avremo intere generazioni di zombie. Basta con queste mistificazioni. No, no, no alla legalizzazione. E lo dico da laico, da persona che non ha problemi di nessun tipo e da economista“. Brunetta, tra mantra ripetuti (“Pci, Pds, Pd”) e lapsus assortiti (“ne vedremo delle balle”, “l’unica cosa che rimprovero a Renzi sono due”), si rende poi protagonista di un esilarante battibecco con David Parenzo e attacca il leader della Lega, Matteo Salvini, sulla vicenda della bambola gonfiabile paragonata alla presidente della Camera Boldrini durante un comizio: “A me non piacciono le bambole gonfiabili, in generale. E non mi piacciono le bambole gonfiabili usate contro qualcuno. Questa è stata una porcata. Salvini? E’ una mammoletta in confronto al primo e anche al secondo Bossi