Il premio Nobel, Dario Fo, compare nella pellicola ‘Sweet Democracy‘ del giovane regista Michele Diomà, film nato con l’intento di denunciare la scomparsa della satira politica dal cinema italiano contemporaneo (leggi l’articolo di Anna Maria Pasetti). Il lungometraggio uscirà a settembre. Un progetto al quale hanno partecipato tra gli altri: Renato Scarpa, il produttore internazionale Donald Ranvaud e come direttore della fotografia, Raffaele Manco