“Le intercettazioni delle telefonate tra le Olgettine e Berlusconi? Quello poteva essere un imitatore di Berlusconi. Imitano il Papa, imitano tutti i personaggi. La telefonata magari neanche c’è stata”. E’ la ‘originale’ teoria del senatore di Forza Italia, Antonio Razzi, ospite di Ecg Regione (Radio Cusano Campus), a proposito del ‘no’ del Senato ai magistrati di Milano, che avevano chiesto di utilizzare undici intercettazioni telefoniche tra Silvio Berlusconi e due delle Olgettine, Iris Berardi e Barbara Guerra. “Se c’è un bravo imitatore o un bravo attore, può mettere in disgrazia una persona innocente, perché Berlusconi è innocente. Infatti lui c’è rimasto a bocca aperta e ha detto: ‘Ma quando mai io detto queste cose?’. Quindi, era un bravo imitatore che ha fatto la voce di Berlusconi”. Razzi si definisce felicissimo per la votazione del Senato, poi, alla domanda dei conduttori sul gioco ‘Pokemon Go’, mostra qualche difficoltà: “Cosa è? Questo che hanno mandato che c’è il virus, eccetera, eccetera? Ah, è un gioco? No, no, io proprio non lo guardo e non m’interessa. A me non piace giocare, vado solo sulle cose serie che fanno bene alla comunità e ai cittadini. Di questi giochetti non me ne frega niente proprio