Quindici anni fa la morte di Carlo Giuliani in piazza Alimonda durante i cortei contro il G8 di Genova. Come ogni anno, la città si è riunita in quella piazza per ricordare il giovane ucciso da un colpo di pistola esploso dal carabiniere Mario Placanica. Presente alle celebrazioni anche il fumettista romano Zerocalcare che parla di quei giorni come di “spartiacque”. Il padre Giuliano Giuliani che ogni 20 luglio è fra i protagonisti dell’iniziativa: “Continuiamo a cercare di affermare una verità che per Carlo non c’è mai stata”. Vittorio Agnoletto, ai tempi portavoce del Genoa social forum, ricorda come le grandi marce contro la globalizzazione di quei giorni furono un segnale che la politica non ha voluto ascoltare: “Avevamo capito per primi dove sarebbe andato questo modello di sviluppo” di Pietro Barabino