“Un bel No per dare il ciaone a Renzi. L’obiettivo è una vittoria del ‘No‘ con il 65% perché sarebbe la percentuale di corrispondenza tra i partiti schierati per il ‘No’: noi, Sinistra italiana, Lega, M5s, Fdi, Udc e i pezzi di maggioranza che stanno abbandonando Renzi“. Lo afferma il capogruppo Forza Italia alla Camera dei Deputati, Renato Brunetta, durante una conferenza stampa a Montecitorio per il ‘No’ al referendum. Brunetta prova un accenno di critica all’intesa con Matteo Renzi col Patto del Nazareno” e sul Presidente del Consiglio e segretario del PD, Matteo Renzi dice: “Lui ormai è rimasto solo con Verdini e pezzi inconsistenti del partito di Alfano. Verdini e Alfano che poi sono stati eletti con il Pdl. Governa con con il suo partito e i transfughi e la verità è che ormai è stato mollato da tutti”. Brunetta conclude sulla mancanza, a tutt’oggi, della data certa del referendum: “E’ una cosa indecente che non ci sia ancora una data e che Renzi giochi a spostare sempre più in avanti la consultazione. Più passa il tempo e più i No aumentano”