Il gruppo Deutsche Bank ha annunciato l’intenzione di chiudere circa 200 filiali in Germania: una “scelta di austerità” resa necessaria, secondo la banca, anche dal passaggio della clientela ai servizi bancari online. Secondo un elenco pubblicato sul sito internet dell’istituto, verranno chiuse o accorpate con altre filiali più di un quarto di quelle presenti in tutta la Germania. Il land più colpito sarà quello del Nord Reno-Westfalia.

Christian Sewinf, direttore della clientela privata e commerciale di Deutsche Bank, ha spiegato all’agenzia Dpa che l’istituto aumenterà i servizi bancari online investendo 750 milioni di euro nella sua offerta digitale entro il 2020. A giugno, la banca aveva annunciato l’intenzione di tagliare circa 3mila posti in Germania, di cui 2.500 nella divisione clienti commerciali e privati. Nei prossimi tre anni il piano dell’amministratore delegato John Cryan prevede in totale 9mila esuberi.

Alla fine di giugno il Fondo monetario internazionale ha definito il maggiore istituto tedesco “la prima fonte di rischi” per il sistema finanziario a causa del peso dei derivati e dei titoli ad alto rischio nel suo bilancio.