“Vergognatevi! Vergognatevi” urlano dalla folla contro Manuel Valls, il primo ministro francese, e i rappresentanti istituzionali presenti, sulla Promenades des Anglais, per osservare il minuto di silenzio in memoria delle vittime della mattanza di giovedì sera. Uno dei contestatori scoppia in lacrime. Non vuole parlare con le telecamere, ma ci dice “tra i morti c’era un amico. È colpa loro, dei politici”. Anche mentre Valls lascia la piazza in molti inveiscono contro di lui, ma i fischi si trasformano in applausi quando sfilano i pompieri e tutti i soccorritori che hanno lavorato la notte del 14 luglio  di Cosimo Caridi