Ogni anno la valigia sembra sempre più stretta del necessario. I libri da leggere sono lì, una pila che traballa pericolosamente ma lo spazio sufficiente non c’è mai. A cosa possiamo rinunciare per portarci dietro un libro in più da leggere in spiaggia, sotto l’ombrellone, in treno o nella cuccetta di un caicco in alto mare, cullati dalle onde? Certo possiamo sempre portare una borsa in più, un bagaglio extra ma rischieremo sempre di rimpiangere l’unico titolo lasciato a casa, solitario sul tavolo del soggiorno. I gusti sono gusti e con oltre sessantamila novità in libreria tutto si complica ma ciò che conta è saper scegliere, magari portandosi dietro un libro per ogni genere amato, dal thriller al noir, dal romanzo duro e puro al caso editoriale, senza tralasciare un libro leggero e uno un po’ più impegnato. Siate giudiziosi – ma non troppo – prima di scegliere cosa portare con voi in vacanza e con un po’ di fortuna non ne abbandonerete nessuno lungo il tragitto per l’esasperazione di non riuscire a finirlo.

Luca D’Andrea, La sostanza del Male, Einaudi

lasostanzadelmaleLuca D’Andrea, insegnante precario con una grande vena per il thriller, firma uno dei libri più attesi del 2016, già acquistato in ben 31 paesi – compresi gli Stati Uniti, dove verrà pubblicato dalla mitica Harper&Collins. Ambientato in Alto Adige, il protagonista – affamato di storie – si troverà ad indagare su un triplice, macabro, omicidio rimasto ancora senza colpevole. Le sue indagini riapriranno vecchie ruggini nella minuscola comunità montana di Siebenhoch, nel Sud Tirolo, mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella della sua famiglia. Frequenti colpi di scena e un ritmo martellante, fanno di questo libro un classico per l’estate (e non solo). Adrenalinico