Strage di Nizza? Il problema è che l’Europa è popolata da una buona dose di rimbambiti ed è governata da una buona dose di smidollati, complici o conigli, a seconda dei casi”. E’ il j’accuse del segretario della Lega, Matteo Salvini, intervenuto a Radio Padania sulla tragedia francese. “Quella di Nizza non è l’operazione di un folle, ma un’azione accuratamente e vigliaccamente ben studiata” – continua –“Questi sono vigliacchi, perché andare a schiacciare con un tir bambini di 5 anni non è un atto di guerra, ma un atto da infame, da codardo, da coniglio. Non è un folle. Sono atti di bastardi che vogliono seminare paura e che hanno le idee molto chiare. E trovano terreno fertile in una Unione Europea governata da conigli e venduti”. E aggiunge: “Basta con ‘sta roba che si tratta di pochi folli isolati. Se sono poi di seconda e terza generazione, è ancora peggio, perché dovrebbero essere di quelli integrati, accolti, coccolati. E lo dico agli scemi che dicono che non sono arrivati coi barconi. E’ folle pensare che concedere tutto a queste minoranze comporti che queste poi accolgano il nostro messaggio buonista di pace, perché se vuoi dialogare con uno che non vede l’ora di prenderti a bastonate il tuo dialogo è idiota, folle, suicida”. Salvini poi se la prende coi “buonisti”: “Qua ormai si fa il minuto di silenzio, si scrive coi gessetti colorati per terra, si canta per la pace. Io lo vedo anche su Facebook, c’è qualche scemo che oggi mi ha dato del ‘verme lurido’ e mi ha scritto che devo stare zitto, perché l’odio si sconfigge con la pace e con l’amore. Certo, andiamo da quelli dell’Isis a sconfiggerli coi fiorellini, coi bacini, con lo zucchero filato, con le bamboline, coi messaggi d’amore dei Baci Perugina. Roba da matti. In realtà, questi buonisti o sono idioti o sono complici