Ricambio di direttori all’interno del gruppo Espresso. Nell’operazione, che prenderà ufficialmente il via giovedì 28 luglio, sono coinvolte tre testate: il settimanale L’Espresso, che sarà guidato da Tommaso Cerno, e i quotidiani locali Il Messaggero Veneto e Il Tirreno.

Cerno, 40 anni, ha già lavorato dal 2009 al 2014 all’Espresso firmando importanti inchieste e ricoprendo l’incarico di vicecaporedattore dell’Attualità. Negli ultimi due anni ha diretto il Messaggero Veneto, quotidiano di Udine e del Friuli dove ha iniziato la sua carriera giornalistica. Prenderà la guida del settimanale dalle mani di Luigi Vicinanza che, fa sapere la società editoriale, “continuerà il suo lavoro nel gruppo con l’incarico di studiare e approfondire nuovi futuri progetti editoriali” e “proseguirà inoltre a scrivere sulle testate del gruppo”.

La direzione del Messaggero Veneto sarà presa da Omar Monestier, che ha già diretto dal 2012 al 2014, per proseguire nel lavoro avviato da Cerno. La direzione del Tirreno viene infine assunta ad interim dal direttore editoriale dei giornali locali del gruppo Roberto Bernabò, e anche in questo caso si tratta di un ritorno: Bernabò, fa sapere la società, avrà “l’obiettivo di completare le ultime fasi della trasformazione riorganizzativa iniziata proprio sotto la sua direzione dal 2009 al 2014”.