“La miglior battaglia è quella che vinciamo senza combattere”, scriveva Sun Tsu in ‘L’arte della guerra’. Il ministro dell’Interno e leader di Ncd Angelino Alfano, sembra conoscere la citazione del generale cinese del V secolo a.c.. E dopo aver annullato la partecipazione all’assemblea annuale di Confesercenti, al termine del Question Time a Montecitorio, per evitare le telecamere e le domande dei cronisti sulle carte dell’inchiesta Labirinto della Procura di Roma dove spuntano suo padre e suo fratello, sceglie una semplice strategia: la fuga. Fa entrare la sua auto all’interno della Camera dei deputati attraverso uno degli ingressi secondari del palazzo. Quando l’auto è entrata, agenti della scorta del ministro e addetti alla sicurezza della Camera si affrettano a chiudere il portone, bloccando la visuale agli obiettivi della stampa. Quando il portone viene nuovamente aperto, le auto di Alfano e della sua scorta lasciano in tutta fretta Montecitorio