Il Montreux Jazz Festival, che ha aperto i battenti il primo luglio e andrà avanti fino al 16 del mese, celebra i suoi primi cinquant’anni, e anche il mondo dell’auto partecipa ai festeggiamenti. Lo fa, in particolare, la Jeep, che insieme alla Garage Italia Customs ha preparato tre modelli “one-off” (ovvero esemplari unici) ispirati al mondo della musica.

Gli stilisti di Lapo Elkann hanno “vestito” le auto ispirandosi ai tre elementi fondanti della kermesse elvetica: la chitarra, il vinile e lo spartito musicale. Sono così venute fuori le Jeep Cherokee Jazz, Renegade Vinyl e Grand Cherokee Score, i cui dettagli potete scoprire nella foto gallery qui sopra.

Sulla carrozzeria della Cherokee Jazz (basata sulla versione Limited con motore diesel Multijet II da 2,2 litri e 200 Cv abbinato al cambio automatico a 9 marce) in particolare, grazie alla tecnica del wrap-paint, è stata ricreata la tipica verniciatura dei body di legno delle chitarre.

Per quanto riguarda la Renegade Vynil, l’idea era quella di ricreare la classica superficie a microsolchi dei vecchi dischi sulla carrozzeria (e riproponendone il disegno delle vecchie fodere agli interni). Con un effetto tattile, e non solo visivo, da regalare alla show car basata sulla versione Trailhawk.

A completare il lotto, c’è poi la Grand Cherokee Score. In questo caso, il riferimento agli spartiti musicali è evidente quando si osserva la fiancata, dove sono state verniciate le note in color ottone sul fondo nero. Il pentagramma è ripreso anche negli interni, e in particolare sui sedili. L’allestimento speciale, infine, è stato realizzato utilizzando come base la versione 75th Anniversary, spinta dal tre litri V6 Multijet da 250 Cv.