BUFFON675BUFFON  In Spagna e Germania si chiederanno a lungo come ha fatto a prendere il tiro di Piquè e la spizzata di Chiellini in anticipo su Mueller, al quale para anche il rigore. Leader vocale, nello spogliatoio e in campo, a 38 anni ha dimostrato ancora una volta d’essere uno dei più forti del mondo. Chiude tra le lacrime e gli abbracci ai tifosi alla ripartenza da Montpellier. VOTO: 8