Duecento migranti in un accampamento di fortuna nel centro di Parigi hanno dato vita il 25 giugno scorso a scene di violenza e di guerriglia urbana in cui sono stati coinvolti cittadini francesi. La situazione è divenuta esplosiva a causa del perdurare della situazione in cui i migranti sono costretti a vivere nell’accampamento di fortuna in Rue Pajol, già più volte occupata dall’inizio della crisi migratoria del giugno 2015. Circa 200 giovani provenienti dal Sudan ed Eritrea hanno installato la tendopoli nel centro cittadino dopo la chiusura dei campi vicini e sorvegliati dalla sicurezza. Nonostante le autorità cittadine abbiano permesso a 10mila migranti di alloggiare in strutture di emergenza, questo non ha impedito l’emergere di insediamenti per le strade parigine