Nella giornata di ieri la Nasa ha effettuato il secondo test su quello che è considerato il più potente propulsore per missili mai creato dall’uomo. Questo nuovo motore verrà utilizzato per portare gli astronauti nello spazio più profondo tramite lo ‘Space Launch System’ (Sls), un nuovo vettore di lancio che sostituirà i vecchi Space Shuttle. Il ‘ground test‘,quindi parliamo di una prova di accensione statica e non in volo, è avvenuto a Promontory, nello Utah, in collaborazione con l’agenzia spaziale privata Orbital Atk. Durante la prova sono stati raccolti dei dati fondamentali per qualificare il nuovo booster che verrà utilizzato per la prima volta nel corso dell”Exploration Mission 1 (Em-1). Il primo volo di collaudo del Sls che ha come obiettivo quello di portare la capsula Orion, insieme a dei piccoli satelliti chiamati Cubesat, intorno alla Luna per poi fare rientro sulla Terra. In futuro lo stesso sistema verrà utilizzato per missioni spaziali con equipaggio umano sugli asteroidi e su Marte