“Canoni irrisori per l’occupazione di spazi di pregio di proprietà del Comune? Vedremo le carte, esamineremo la situazione per capire e trovare una soluzione”. Così Virginia Raggi (M5S), sindaca di Roma, a proposito dell’uso per eventi di luoghi pregiati ceduti a canoni bassi come piazza del Popolo. Sui Vertici di Atac e Ama, l’incontro con Daniele Fortini, amministratore delegato dell’azienda che si occupa dei rifiuti risponde: “Ho chiesto dei report giornalieri, cosa devo pensare? La città è sommersa dai rifiuti. Dobbiamo capire cosa non ha funzionato nella gestione finora, ognuno si deve prendere le proprie responsabilità”. “Confermo i vertici? Non ho detto questo, prima verifichiamo il lavoro fatto poi prenderemo una decisione” replica. “La chiusura dei centri dei centri anti-violenza? Non è un bel ‘simbolo’ per la città. E’ responsabilità dell’amministrazione precedente – afferma la Raggi -, mi hanno mandato gli atti, guarderemo le carte, ho già parlato con la delegazione”. Inoltre sul neo capo di gabinetto, Daniele Frongia, conferma: “Ho giù chiesto i pareri, non ci sono incompatibilità, la nomina è stata fatta, se ci fossero state non avrei proceduto in tale senso”. La Raggi ha parlato a margine dell’omaggio alla camera ardente allestita in Campidoglio per il regista Giuseppe Ferrara