La Polonia è la prima squadra qualificata ai quarti di finale di Euro 2016. Robert Lewandowski e compagni hanno superato a Sain Etienne la Svizzera ai calci di rigore. Decisivo l’errore dal dischetto di Xhaka, che ha calciato fuori. Partita bella, con occasioni da entrambe le parti nonché contraddistinta da due gol bellissimi. Addirittura straordinario quello dell’elvetico Shaqiri, a 10 minuti dal 90′ protagonista di una sforbiciata imparabile che ha regalato il meritato pareggio ai suoi dopo il vantaggio dell’ex Fiorentina Blaszczykovski (’39 del primo tempo). In mezzo e nei supplementari tanto spettacolo, in campo e sugli spalti. I polacchi affronteranno il 30 giugno a Marsiglia la vincente della sfida tra Croazia e Portogallo in programma questa sera a Lens. La Svizzera, invece, lascia Euro 2016 con tanti rimpianti e la consapevolezza che l’eliminazione non bloccherà la crescita continua di una nazionale e di un movimento destinato comunque a migliorare.

LA PARTITA: OCCASIONI E PARATE, POI LA PERLA DI SHAQIRI
I tempi regolamentari si erano conclusi sul risultato di 1 a 1, al termine di novanta minuti assai apprezzabili. Dopo una serie di occasioni mancate, la Polonia è passata in vantaggio al 39′ del primo tempo grazie alla rete dell’ex Fiorentina Kuba Blaszczykovski, bravo a superare il portiere svizzero da distanza ravvicinata con un tiro rasoterra a finalizzare una splendida azione corale. Subito lo svantaggio, la Svizzera di Petkovic è stata brava a reagire, costringendo la Polonia in difesa e sprecando la rete del pareggio in più di un’occasione. Dopo la traversa di Seferovic al 78′, è stato l’ex interista Shaqiri a regalare il pareggio ai suoi con una rete straordinaria: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, l’esterno dello Stoke City ha concluso in sforbiciata nell’angolo basso alla sinistra del portiere Fabianski. Nei tempi supplementari un’occasione clamorosa per parte, con i portieri ancora una volta protagonisti. Ai rigori, poi, decisivo l’errore di Xhaka, unico a non trasformare il tiro dagli undici metri. Polonia agli ottavi contro la vincente tra Portogallo e Croazia, Svizzera fuori.