Con la vittoria del ‘leave’ al referendum sulla Brexit, la Gran Bretagna esce dall’Unione europea. “Si rischia l’effetto domino”, spiega Stefano Caselli, ordinario presso il Dipartimento di Finanza dell’Università Bocconi di Milano. “Perdiamo un pezzo di DNA, l’anima liberista e mercantile che l’Europa continentale non ha. E la piazza finanziaria di Londra, motore dell’intero continente difficilmente potrà essere ricollocata altrove. Più probabile che questo ricco e complesso sistema si sposti su New York, una borsa già compatibile con quella londinese, e che in parte lo sbocco sia l’Asia