“Mi piacerebbe vedere questo presidente del Consiglio, di fronte ad una battuta di arresto come questa delle ultime comunali, apra un dibattito chiamando quelli che non sono d’accordo a discutere con lui”. E’ questo il primo commento post-ballottaggio del giornalista Michele Santoro alla presentazione del libro di Massimiliano Lenzi, ‘Maledetto Toscano – Matteo Renzi e lo strapaese a puntate’ (compagnia editoriale Aliberti) insieme a Chicco Testa, ex presidente Enel. “A loro modo – continua Santoro – i grillini si sono dati delle regole chiare, le regole del Pd quali sono?”. Secondo il giornalista Matteo Renzi racconta una realtà che non è percepita dai cittadini: “Non può andare tutte le sere in televisione a dire che la gente sta bene”. Michele Santoro torna a gamba tesa anche sulla mancata riforma della Rai, “una riforma senza costi, solo di idee”, dove, spiega l’ex conduttore, “si decide di mettere a lavorare il meglio che c’è perché ci sono dodici canali, c’è spazio per tutti” ma se si decide invece di far lavorare “solo chi è d’accordo, questo, crea sospetta su tutto il processo riformatore” conclude