Il ministro Boschi ha telefonato ai romani per sostenere Giachetti a Roma? Un futuro in un call center non glielo leva nessuno. Di giorno può fare l’avvocato difensore del babbo per le truffe in Banca Etruria e la sera la centralinista al call center“. Sono le parole del senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, che, ospite di Ecg Regione (Radio Cusano Campus), si lancia in una intemerata indiscriminata contro tutti. Si comincia con la candidata al Campidoglio per il M5S, Virginia Raggi: “A Roma non vado a votare, perché con questa gente… mamma mia: Giachetti sostenuto da Casamonica, la Raggi dai centri sociali“. E, come già accaduto tempo fa su twitter, commette un errore in una citazione latina (“Similia cum similibus”, anziché “Similes cum similibus). E rincara: “La vera destra schifa gente come la Raggi. Vincerà lei e sarà una pessima sindaca di Roma. Dobbiamo cacciare dal giorno dopo questo sindaco incapace. La nostra attenzione è su MIlano, il resto sono città sventurate. A Torino Fassino secondo me non voterà neanche per se stesso, magari voterà quell’altra, come si chiama? Stampella (Chiara Appendino, ndr)“. Attacco venefico anche a Nichi Vendola e alla serie Gomorra 2: “Se non avete visto la seconda stagione, non la guardate. Non ne vale la pena. La cosa più incredibile è che sia nel film che nella serie hanno lavorato persone condannate per delitti gravissimi. Ci hanno lavorato dei delinquenti, hanno riciclato camorristi e case di camorristi sia per il film che per la serie. Se lo avessi fatto io mi avrebbero arrestato, invece quando c’è il timbro Saviano può succedere di tutto“. E aggiunge: “Informo Saviano, Sky e i produttori che ogni tanto i poliziotti e i carabinieri arrestano qualcuno, magari anche i loro dipendenti. Comunque Gomorra è brutto: è fatto male, le puntate sono lentissime, alla fine lo dico per chi non l’ha visto, ammazzano Savastano. Insomma, per ogni spettatore di questa schifezza di Gomorra, ci sono 100 spettatori della fiction Don Matteo