È finita con l’uccisione dell’assalitore la sparatoria nel centro commerciale Walmart di Amarillo, Texas. L’uomo, secondo le prime informazioni di origini somale, aveva preso in ostaggio almeno una persona. La pista più probabile è quella di una disputa sul posto di lavoro. A sparare gli agenti delle forze speciali della polizia. Tutti nel grande magazzino sarebbero salvi.

La notizia della sparatoria è arrivata proprio mentre il presidente Barack Obama stava parlando in diretta tv alla nazione sulla strage di Orlando. L’allarme è scattato intorno alle 11.30 ora locale. Sul posto sono arrivati mezzi di polizia e soccorritori. Ad agire, secondo Channel 4, potrebbe essere un ex dipendente che ha preso in ostaggio il direttore del grande magazzino. La polizia aveva chiesto ai cittadini di evitare la zona e richiesto la presenza di un interprete di lingua somala. Sul posto sono quindi arrivati gli uomini dell’unità speciale  Swat. Gli agenti hanno quindi fatto evacuare l’edificio. Il dipartimento di polizia di Amarillo ha aggiornato i cittadini sull’account Twitter.