Una coltellata al cuore, per strada, a un incrocio di Giulianova Lido, in provincia di Teramo. Una lite nel traffico, una precedenza negata, quindi calci e pugni. Le due auto ripartono, ma 300 metri dopo una blocca la strada all’altra. Scende un uomo, con un coltello in mano, a vendicare i colpi subiti all’incrocio poco dietro. Poi la coltellata. Paolo Cialini, 47 anni, si è piegato in due, dal centro della strada ha raggiunto la sua Punto bianca: dentro c’era la piccola figlia dell’uomo, che terrorizzata ha visto il padre crollare a terra in un lago di sangue. L’uomo, nato a Mosciano ma residente a Giulianova, è morto appena arrivato al pronto soccorso per le ferite riportate. A impugnare il coltello Dante Di Silvestre, 60 anni, un caldaista fermato per omicidio volontario.