Maurizio Crozza come Miralem Pjanic: tanti soldi e palla al centro. Il mercato della tv è simile a quello dei calciatori, basta un grosso colpo per infiammare la piazza.

Che cosa hanno in comune il comico genovese e la mezzala bosniaca? Tanto per cominciare avevano giurato entrambi amore eterno ai rispettivi team di appartenenza, La7 e la Roma. Senza però fare i conti con i soldi dell’ingaggio.

Il comico ha scelto Discovery che gli ha offerto 3,5 milioni (quasi il doppio di quanto prendeva a La7). La Rai ha tentato di prenderselo a 2 milioni, ma Crozza ha ceduto solo alle lusinghe del gruppo che – dopo aver acquistato qualche anno fa i canali Focus, Giallo, K2 e Frisbee per una cifra sproporzionata (oltre 100 milioni) – adesso ha deciso di puntare tutto sul canale Nove, visto che i precedenti acquisti non si sono dimostrati campioni di ascolti.

Il calciatore si è legato ai bianconeri della Juve fino al 2021 con un quinquennale da 4,5 milioni di euro a stagione. Sia Crozza sia Pjanic, dopo essere stati due bandiere per i rispettivi club, hanno scelto di andare a rinforzare la concorrenza più agguerrita. Davanti a certi ingaggi anche la riconoscenza va a farsi benedire.

Tuttavia né La7 né la Roma si piangono addosso. La soddisfazione più grande sta nel rimpiazzarli prima possibile. Con i soldi risparmiati nel caso de La7 e intascati nel caso della Roma, si potranno fare altri investimenti. Nella rete di Urbano Cairo, ad esempio, molti programmi di prima serata hanno avuto a disposizione un budget limitato, perché quando si spendono cifre elevate per un solo show (quello di Crozza, costato 10 milioni per meno di 30 ore di programmazione, nonostante la pubblicità è stato un duro colpo per il bilancio) agli altri restano solo le briciole. E in un palinsesto ci sono mille e cento ore di prima serata. Nel caso della Roma c’è pronto l’argentino Leandro Paredes che rientra dopo una super stagione all’Empoli. E con i 32 milioni ricavati si possono comprare tre top player con la formula del prestito.

Aggiornato da redazione web il 15 giugno 2016 alle 10,30