Non dev’essere stato semplice, per uno orgoglioso come Elon Musk, da mandare giù. Cosa? Il fatto che Charlie Beck, il capo della LAPD (la polizia di Los Angeles) abbia preferito la “tedesca” Bmw i3 alla sua americanissima (e oltretutto californiana) Tesla S P85D, tra i veicoli elettrici che lui stesso aveva dichiarato di prediligere per i servizi di pattugliamento nella sconfinata area metropolitana della Città degli Angeli.

Fatto sta che, dopo avere provato a lungo le due vetture, la scelta del capo della polizia locale è caduta proprio sull’elettrica di Monaco. Di cui verranno forniti 100 “pezzi” in tre anni tramite un contratto di leasing che complessivamente vale 1,4 milioni di dollari. Alla faccia di Tesla, che proprio nella California ha un mercato particolarmente strategico. E florido.

Secondo il Los Angeles Time, la decisione sarebbe stata presa anche in virtù degli ottimi rapporti tra la LAPD e la filiale americana del costruttore tedesco: la Bmw già fornisce, infatti, le moto di servizio alla polizia locale. “Le elettriche saranno sicuramente le auto di pattuglia per la polizia del futuro“, ha dichiarato Beck, confermando di essere aperto ad espandere l’accordo con Bmw. E magari a farne uno “riparatore” anche con Tesla, si augurano a Palo Alto.