Botta e risposta tra il senatore Stefano Esposito (Pd), Gianluigi Paragone, conduttore de ‘La Gabbia’ su La7, e Peter Gomez (direttore de ilfattoquotidiano.itsulla decisione di revocare il bonus di 80 euro in cui vengono coinvolte circa 1.400.000 persone. “Viene raccontata una storia non vera sulla restituzione degli 80 euro, che sono stati dati a 10 milioni di persone – afferma il parlamentare renziano -. Ci sono delle regole che sono state violate da 1.400.000 persone. 1.600.000 persone, che non li avevano ricevuti, li riceveranno. Questo non lo dite. In un paese normale le regole si rispettano”. “Allora pagate tutti i debiti della Pubblica amministrazione. Voi governate da 2 anni”, ribatte Paragone. Interviene Gomez, il quale fa una premessa sulla situazione: “In quel 1.400.000 persone che hanno sforato, ci sono: 341.000 cittadini che sono sotto la soglia dei 7.500 euro di reddito, che a fine anno dovranno restituirli in un’unica soluzione. Questo avviene”. E aggiunge: “Perché si è scelto di versare gli 80 euro mese per mese in modo che il lavoratore poteva vederli in busta paga, se invece ci fosse stato un conguaglio a fine anno, non ci sarebbero stati errori e chi era sotto i 7.500 euro di reddito non li riceveva e nessuno, tra queste persone, doveva fare i salti mortali senza che nessuno li avesse avvertiti di questa restituzione”