“L’Italia è in controtendenza con il resto del mondo perché la sua crescita accelera”. Così il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, a latere di un convegno a Roma, che spiega: “Essendo la crescita più debole di quanto si pensasse gli istituti hanno abbassato le stime. Una decisione che ha impattato su un paese con un mercato libero e aperto come l’Italia”. Lasciando la ‘Residenza di Ripetta’, il ministro non ha voluto rispondere alle domande dei cronisti sulle responsabilità di Giuseppe Vegas, presidente della Consob, per la mancata vigilanza sulla vendita a risparmiatori retail di obbligazioni bancarie ad alto rischio che ora non valgono più nulla. Responsabilità ribadite domenica scorsa da Report, la cui conduttrice Milena Gabanelli ha chiesto le dimissioni di Vegas. Martedì è arrivata la risposta ufficiale dell’authority, che declina ogni addebito sull’eliminazione degli scenari probabilistici ma lascia intatti i dubbi sull’impegno del suo numero uno per la tutela degli investitori  di Manolo Lanaro