L’ex moglie di Johnny Depp, Amber Heard, ha alle spalle un’accusa per abusi. Lo rivela il sito di TMZ, secondo cui la donna, ormai sette anni fa, è stata arrestata per violenza domestica contro quello che era il suo partner dell’epoca: niente meno che la fotografa Tasya van Ree, la stessa con la quale l’attrice americana si sarebbe unita in un matrimonio omosessuale segreto.

Secondo il sito di gossip americano, l’episodio risale al 14 settembre 2009, quando la Heard ha colpito al braccio la sua ex compagna all’aeroporto di Seattle. E’ quindi scattato l’arresto, con tanto di foto segnaletica, e il giorno dopo l’attrice è comparsa in tribunale per rispondere dell’accusa. Qui, però, secondo TMZ (che sostiene di essere in possesso dell’audio del giudice) il pubblico ministero ha rinunciato a portare avanti il caso solo perchè le due donne vivevano in California, ma il giudice ha precisato che l’accusa poteva essere riaperta in caso di cattiva condotta. Contattato dal sito di gossip, l’avvocato delle Heard non ha rilasciato nessuna dichiarazione.

Una rivelazione, quella di TMZ, che potrebbe rimettere in discussione gli abusi imputati dalla Heard a Depp, accusato dall’ex moglie di violenza domestica e dalla stessa tenuto lontano oltre che dalla richiesta di divorzio anche da un ordine restrittivo. Quest’ultima notizia giunge quindi tra lo sgomento delle fan di tutto il mondo, anche alla luce della difesa da parte della partner di lunga data del divo, Vanessa Paradis, con cui ha avuto due figli.