Più volte, in passato, Arisa ha fatto parlare di sé per qualche post bislacco sui social network. Sarebbe sbagliato, però, archiviare tra questi anche l’ultimo post su Facebook che la cantante lucana ha pubblicato all’ora di pranzo di martedì. Sembra qualcosa di molto meno istintivo, di più profondo e ragionato, e che merita attenzione.

Arisa è polemica contro i Wind Music Awards, i premi annuali che coinvolgono i nomi più famosi della musica italiana: “Mi sarebbe piaciuto essere ai Wind Music Awards ma non sono platino… Poi sicuramente ci sarà anche qualcun altro non platino per cui si sarà fatta un’eccezione. Menzioni speciali e targhe ad onorem, ma non per me. C’è chi bissa addirittura”. Non fa nomi, Arisa, ma di certo non è una dichiarazione troppo sibillina. E lo sfogo della cantante non si ferma qui: “Anche al concertone di Radio Italia mi sarebbe piaciuto esserci, ma… Rosalba Pippa, nata a Genova (Italia), il 20/08/1982, da genitori italiani, due Sanremo vinti, qualche disco di platino in passato, qualche oro in corso IN ITALIANO, non è stata mai invitata”.

Wind Awards, Radio Italia Live e infine Eurovision Song Contest: “Per non parlare dell’Eurovision. Ripeto: 2 Sanremo vinti e un pezzo famoso in America, cantato da altri (?). Poi un giorno mi spiegherete perché. Perché, come a scuola, ci sono quelli fighi e quelli no. E perché le regole cambiano sempre al momento sbagliato, solo per alcuni. Forse il destino è che io debba farcela da sola, ancora, o che debba smettere per sempre ed andare ad aiutarli davvero i bambini di Haiti, con la zappa in mano. Certo è che come Mimì non mi ci fanno finire. Vediamo dove mi porta il cammino. Povera Patria, povera Haiti. Nessuno se ne cura. Nessuno si cura più di niente. Vorrei vedere se l’avesse fatto qualche biondina vestita in pelle umana. Santa Subito”.

Uno sfogo che fa riflettere, dicevamo, soprattutto nel passaggio in cui Arisa cita Mia Martini. Quel “Certo è che come Mimì non mi ci faranno finire” non può e non deve essere considerato solo una boutade di una artista arrabbiata. Perché di isolamento e ostracismo, nel mondo dello spettacolo, in passato si è morto davvero. Le regole per l’ammissione di Wind Music Awards esistono, in effetti, così come sono esistite le eccezioni. Sull’Eurovision Song Contest, a cui Arisa ha sempre dichiarato di voler partecipare, purtroppo le regole sono davvero cambiate di recente, e quando la cantante lucana ha vinto Sanremo non era ancora previsto il diritto automatico a partecipare.

Ma se le polemiche musicali e artistiche possono essere anche archiviate come uno sfogo (non fa nomi, ripetiamo, ma sembra tutto abbastanza chiaro), il riferimento a Mimì no, va preso sul serio. E mentre i più guarderanno il dito (cercando di identificare le colleghe a cui si riferisce Arisa), c’è una luna ingombrante che non si può ignorare. Nel mondo della musica qualcuno sta isolando Arisa, nonostante gli evidenti successi degli ultimi anni? E se sì, perché?