E’ stata una notte elettorale difficile quella che ha vissuto il Pd torinese insieme al suo candidato sindaco Piero Fassino. Per la prima volta dal 2001, il candidato del centrosinistra dovrà affrontare un ballottaggio, per vedersela con Chiara Appendino, candidata M5s. “E’ un quadro sconcertante che dovrebbe far riflettere il Pd e Fassino, perchè il gioco al ballottaggio sarà davvero difficile”, spiega un militante del Pd. Già in passato esponenti di Forza Italia avevano ipotizzato un possibile apparentamento con il centro sinistra in caso di ballottaggio: un’opzione che non convince la base del partito