Tutti armoniosamente nudi gli uni accanto agli altri a stretto contatto con la natura per liberarsi “dai condizionamenti estetici e culturali imposti dalla società dei consumi” e “riappropriarsi di ritmi di vita più naturali“: questa la filosofia dei partecipanti al Festival naturista in programma dall’8 al 12 giugno a Orbetello (Gr), nel cuore della Maremma. La manifestazione organizzata da “Vita naturista magazine“, giunta alla terza edizione, si terrà quest’anno presso il “Villaggio Golfo degli Etruschi“: cinque giorni di festa in riva al mare tra competizioni sportive, escursioni, attività artistiche e dibattiti. Tutto quanto in veste rigorosamente adamitica.

“Un altro corpo è possibile” – “Il festival – precisa a ilfattoquotidiano.it Carlo Alberto Castellani, direttore di Vita naturista – è al momento l’unica manifestazione a carattere nazionale dedicata al naturismo”. L’evento sarà “come sempre aperto a tutti, grandi e piccoli, single e famiglie”. Lo slogan è “Un altro corpo è possibile”: l’obiettivo è infatti favorire la ricerca di “una dimensione del corpo non solo estetica, ma anche esistenziale, fuori da schemi consumistici più o meno imposti”.

Trekking in nudità ma anche arte e cultura naturista – Il programma (dettagli e costi di partecipazione sul sito www.festivalnaturista.it) prevede danze e canti sotto le stelle, concerti, performance di teatro, gare sportive (nuoto, tennis, pallavolo, atletica), trekking: tutto “rigorosamente in nudità”. Spazio inoltre a body-painting e body-art, naked-yoga e reiki “per ricongiungere corpo e mente”. Associazioni e gruppi nudo-naturisti si confronteranno invece al tavolo degli “Stati generali del naturismo italiano”.

“7 spiagge e 35 strutture: cresce l’interesse per il naturismo”Nel 2014 il festival venne organizzato a Capalbio (Gr) mentre nel 2015 “migrò” a Marina di Camerota (Sa): “L’interesse per la manifestazione sta crescendo. Al momento abbiamo già superato i 250 iscritti: l’anno scorso i partecipanti sono stati meno di 200”. Anche le strutture ad hoc stanno lentamente aumentando: “In tutta Italia ne contiamo al momento 35 tra bed&breakfast, campeggi e case vacanza: quattro di queste sono nate negli ultimi due anni”. Le spiagge ufficialmente dedicate al naturismo? “Dal 2014 a oggi sono passate da 4 a 7 grazie ai nuovi spazi concessi nel Comune di Gela, all’Isola d’Elba nel Comune di Capoliveri e a Fiumicino la spiaggia italiana più estesa è proprio a Gela: è lunga 6 chilometri”. Le altre 4 si trovano invece “a Marina di Camerota, Ostia (Rm), San Vincenzo (Li) e Torino di Sangro (Ch)”.

“Erotismo? Niente trippa per gatti” – Gli organizzatori ricordano che la nudità professata dal naturismo “non ha significato erotico” e dunque “non costituisce profferta sessuale“. Infine mettono in guardia: “Chi è alla ricerca di cose che nulla hanno a che fare con il naturismo e pensano di venire al festival alla ricerca di forti emozioni dovranno togliersi i grilli per la testa e dirigersi altrove: al festival non ci sarà trippa per gatti”.