Una donna sub di 60 anni è morta dopo essere stata attaccata da uno squalo nel sud-ovest dell’Australia. Si tratta della seconda vittima nella zona negli ultimi sei giorni. La polizia ha fatto sapere che la donna, di cui non è stato divulgato il nome, è morta a causa delle ferite riportate dal morso dello squalo che, secondo alcuni pescatori, sarebbe lungo più di 5 metri. Martedì anche Ben Gerring è stato aggredito da uno squalo di fronte alle coste di Perth, nel sud-ovest del Paese. Nei mari dell’Australia vivono circa 180 specie di squali. Il governo dello Stato dell’Australia occidentale aveva lanciato nel 2013 un controverso piano di cattura e uccisione degli squali di oltre tre metri per proteggere i bagnanti. In alcune parti dello Stato del New South Wales e del Queensland si usano reti e complessi ganci per evitare attacchi, ma è vietata apertamente la cattura