Ho sempre partecipato fin da giovane, se non in casi rarissimi, a qualunque consultazione indetta. Mi spiace continuare a vedere un calo di cittadini forse sfiduciati. Occorre valutare le scelte di alcune nazioni, come l’Argentina o il Perù, che hanno scelto di sanzionare chi non si presenta a votare, perché il voto, oltre che un diritto, deve essere considerato un dovere visto che può influenzare le scelte di tutti. Io ho deciso di votare il Movimento 5 Stelle anche alle amministrative di Milano. Ho avuto il piacere di conoscere il candidato Gianluca Corrado, con il quale ho collaborato, insieme ai consiglieri regionali del movimento, in alcune richieste di chiarimenti in commissione sanità e/o in delibere del Consiglio regionale, se non accesso agli atti, sempre in difesa della salute dei cittadini.

Ho conosciuto diversi “splendidi ragazze e ragazzi”, che ho inteso veramente liberi e “dipendenti”, esclusivamente dei cittadini da affezionarmi dal basso a loro. Ho ascoltato con attenzione le parole di Corrado all’incontro organizzato dai medici ed ho apprezzato molto le indicazioni utili alla salute dei cittadini. Mi piace pensare che la spesa elettorale sia stata molto limitata rispetto a quelle dei due manager Sala e Parisi, che appaiono sovrapponibili, come hanno dichiarato nel confronto all’americana di Sky che ha posto Corrado al secondo posto di quelli che hanno dato indicazione di gradimento. Occorre suggerire a tutti di andare a votare per diritto costituzionale e dovere sociale.

Non importa chi si vota, solo votando si può avere una reale rappresentazione del volere del popolo. Sono convinto che se si riuscisse ad abbattere drasticamente l’astensionismo, proprio il M5s potrebbe trarne vantaggio per raggiungere il ballottaggio. Credo in questi ragazzi tanto da aver offerto la mia disponibilità, in essere da tempo, anche a ricoprire, se le vorranno, la carica di assessore alla salute ed alle politiche sociali. Il mio impegno sociale diverrebbe così più diretto in modo da aiutare il nuovo sindaco a garantire la salute ai cittadini milanesi.