“Uomini violenti rassegnatevi: non rinunceremo mai ai nostri diritti e alle libertà”. E’ questo il messaggio della presidente della Camera Laura Boldrini impegnata in prima linea nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica nella lotta al femminicidio.  “Oggi voglio mandare un messaggio agli uomini, a quelli consapevoli come noi dell’orrore del femminicidio: non lasciateci sole. Unitevi a noi, uniamo le forze per proteggere le ragazze. Ai violenti dico: rassegnatevi non rinunceremo mai ai nostri diritti e alle libertà. Quindi rassegnatevi”.

La terza carica dello Stato ha anche esposto un drappo rosso dalla finestra del suo ufficio a Montecitorio, aderendo alla campagna per ricordare la morte di Sara Di Petrantonio. Un gesto a cui si è unito il sottosegretario al ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dorina Bianchi , che ha fatto lo stesso fuori dal suo ufficio al MiBACT, in via del Collegio Romano. “Questo drappo rosso resterà tutti i giorni fuori dalla finestra del mio ufficio. La violenza contro le donne si combatte non solo con leggi più severe ma, soprattutto, con una nuova cultura del rispetto. Ogni giorno dobbiamo ricordare il sangue di quelle donne uccise perché hanno avuto il coraggio di ribellarsi e di autodeterminarsi”, ha commentato il sottosegretario.