Già morire così giovani, a soli 36 anni, non deve essere stato granché. Se poi, in vita, ne hai dovute subire tante, troppe, il quadro è completo. Quando il peggio sembra essere passato, però, ecco che arriva Valeria Marini a far rivoltare nella tomba Marilyn Monroe, leggenda del cinema e icona senza tempo che oggi avrebbe compiuto 90 anni.

La showgirl da sempre dichiara di ispirarsi a Marilyn e gli auguri via Twitter possiamo anche capirli. Se però al legittimo pensiero per la diva americana si aggiunge anche un fotomontaggio che la vede seduta accanto alla stessa Marini, allora si può parlare tranquillamente di vilipendio di cadavere.

Scherzi a parte, l’accostamento Marini-Monroe è davvero qualcosa che fa accapponare la pelle. Anche perché la suddetta più volte sbandierata ispirazione non è che si sia vista poi così tanto, nell’ormai ultraventennale carriera di Valeriona, eccezion fatta per qualche playback mal riuscito di Bye Bye baby in TV. Valeria Marini, che è donna genuina e generosa, avrà voluto solo omaggiare il suo mito. Bene, brava, bis. Ma c’era davvero bisogno di farlo accomodare al suo fianco come una Pamela Prati qualsiasi?