Il M5s ci riprova, dopo la proposta del 2014 bocciata in Parlamento, ripropone un disegno di legge per abolire Equitalia. “Non si possono accettare farneticazioni web di Renzi su un tema così delicato per tanti cittadini vessati da un istituto di riscossione che ormai è uno strozzino”, dicono Carlo Sibilia e Laura Castelli in conferenza stampa alla Camera, e chiedono al Pd di votare subito le proposte del Movimento. Seguono le proposte per un fisco più equo contenute nel disegno di legge: “Cartelle nulle se hanno tassi d’interesse superiori e more poco trasparenti, tassi all’0,2% invece del 5%, chi sbaglia paga, se arrivano cartelle pazze ingiustificate Equitalia si assume la responsabilità e paga i danni al cittadino vessato”. E ancora: “La riscossione torna in mano all’Agenzia dell’entrate, i 5 mila dipendenti saranno riassorbiti con concorso pubblico”