Rapporti sessuali con una ex alunna minorenne. E’ questa l’accusa rivolta a un professore di religione di Palermo: l’uomo è agli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico. L’insegnante ha 47 anni e lavora in un istituto superiore del capoluogo siciliano: gli atti sessuali con la giovane sono stati definiti “circoscritti”. Il provvedimento, disposto dal giudice delle indagini preliminari, è stato eseguito all’alba dalla polizia di Stato. Gli indizi sono stati raccolti dagli agenti della squadra mobile e dalla sezione reati sessuali, nel corso dell’indagine coordinata dalla procura.