I Carabinieri del Comando Provinciale di Milano unitamente al personale delle polizie di Albania, Germania e Spagna, hanno arreatato 38 cittadini stranieri (31 albanesi, 5 marocchini e 2 tunisini) ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A dare avvio all’attività un intervento dei militari del Nucleo Radiomobile di Milano che, nel febbraio 2014, sequestrarono 42 kg di eroina nel corso di un controllo di routine. Le indagini, poi, sono state seguite dal Nucleo Investigativo che, approfondendo ed ampliando il contesto, ha accertato l’esistenza di un sodalizio criminale – ramificato in tutto il nord Italia ed in Albania – dedito all’importazione nel territorio nazionale di ingenti quantitativi di eroina e di cocaina dal “Paese delle Aquile”. I Carabinieri di Milano hanno così identificato i fornitori albanesi dello stupefacente e i loro corrieri che trasportavano la droga con auto appositamente modificate. I militari, inoltre, hanno individuato i destinatari albanesi della “merce”, presenti in Italia, e le loro reti di spaccio al dettaglio, formate esclusivamente da cittadini di origine marocchina e tunisina. L’indagine, infine, ha chiuso il cerchio sugli indagati, identificando anche coloro che avevano il compito di fare rientrare in quel paese, a bordo di camion ed autobus, le somme di denaro contante. Nel corso dell’attività sono già stati tratti in arresto 8 corrieri e sequestrati complessivamente 130 kg fra eroina e cocaina, nonché 300.000 euro in contanti