Percosse, schiaffi e calci agli ospiti, tutti ultrasettantenni, della casa di riposo “L’accoglienza” di Nuoro, la maggior parte perpetrate dai due operatori socio-sanitari finiti in carcere, Ignazio Poggiu e Gianluca Porcu. Spesso gli anziani venivano legati e chiusi in una stanza, specialmente di notte in maniera tale che gli operatori non fossero disturbati. La mattina venivano svegliati prestissimo, preparati e lasciati in stanza, al freddo. Sono alcuni dei dettagli dall’operazione che questa mattina ha portato all’arresto della direttrice della struttura, finita ai domiciliari, ed altre tre misure cautelari, tutti accusati di maltrattamenti ed abusi nei confronti di anziani ricoverati. Presi di mira maggiormente, e con maggiore crudeltà, i disabili che invece vrebbero richiesto attenzioni ancora più amorevoli. La struttura era già stata sottoposta a sequestro preventivo dalla polizia l’8 giugno del 2015 in relazione a una serie di gravi carenze igienico sanitarie, poi parzialmente eliminate