Tra pochi giorni si terranno in molte città italiane le amministrative. Ancora mi meraviglio come possano aver deciso di effettuarle in una domenica estiva che chiude un lungo ponte, ma forse i nostri governanti non eletti non vogliono cittadini ma sudditi. Spero che gli italiani partecipino invece, riducendo il numero di assenteisti perché la partecipazione attiva è l’unico modo per essere sicuri di aver eletto le persone che desideravamo. Solo votando potremo poi eventualmente lamentarci. Nei giorni scorsi ho partecipato alla presentazione di un nuovo portale che presenta ai cittadini tutte le voci del bilancio di un comune, in modo che possano vedere come vengono spesi i loro soldi. Strutturato da alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle della Toscana grazie all’aiuto di Mattia Calise, unico consigliere del Comune di Milano, sdoganato con successo e messo in rete con tutti i dati di bilancio 2015 del Comune di Milano.

Una mole di lavoro enorme con la certezza che potrà essere utilizzato a costo zero da qualunque comune italiano. Basta trovare rappresentanti che, come Calise, diano i dati che possono essere caricati in poche ore. Così, cliccando “salute” nella stringa di ricerca si scopre, ad esempio, che nel 2015 si sono spesi 886.877,65 euro per noleggio di autovetture. Mi domando, a parte che sarebbe molto meglio che gli addetti alla salute ed alle politiche sociali andassero con i mezzi pubblici o in bicicletta come la maggior parte dei cittadini per rispetto dell’ambiente e della salute dei cittadini, ma non potevano essere previsti invece l’acquisto, con questa marea di denaro, di qualche auto elettrica o l’incremento di quelle esistenti?

Io partecipo sempre, da cittadino, a qualunque elezione o referendum e quindi posso chiedere al Comune di Milano, prima del 5 giugno, di dire a me ed ai cittadini milanesi, qual è la società che ha intascato i nostri soldi e da chi è stato firmato l’accordo per affittare 110 auto senza autista. Spero nessun amministratore in carica mi dica che hanno risparmiato perché era prevista una spesa di 918.000,00 euro! Spero che il Movimento 5 Stelle possa prendere molti voti a Milano da quel 50% di astensionismo previsto per andare al ballottaggio e far diventare questo portale uno strumento di dialogo interattivo tramite la rete fra cittadini e amministratori pubblici. Non credo che nessuna altra coalizione abbia la volontà di essere così onesta. Leggere il bilancio e le spese giorno dopo giorno, approvare o criticare è il fondamento di una democrazia partecipativa da attuare al più presto. Ad esempio, con i soldi spesi per le auto quanti senzatetto avremmo salvato dalla morte per il freddo nel 2015?