Duri scontri tra abusivi e forze dell’ordine a Licata, quarantamila abitanti in provincia di Agrigento, nel corso della demolizione di un immobile abusivo. Un gruppo di cittadini ha, infatti, tentato di bloccare con un muro umano le ruspe e i mezzi che stavano per iniziare a demolire un fabbricato in contrada Gallo d’Oro. Al termine dei tafferugli sono state arrestate cinque persone per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, mentre un funzionario di polizia ha ricevuto un pugno al volto. La demolizione rientra nell’elenco delle strutture che il Comune di Licata sta abbattendo per eseguire le sentenze del tribunale di Agrigento. Il 9 maggio scorso, poco dopo che il sindaco di Licata, Angelo Cambiano, ha dichiarato guerra agli abusi edilizi annunciando in diretta tv – all’Arena di Giletti su Rai Uno – l’intenzione di eseguire le demolizioni degli edifici fuoi legge, ignoti hanno appiccato il fuoco alla casa di suo padre. Da allora Cambiano vive sotto scorta