L’attaccante del Genoa Leonardo Pavoletti, inserito dal ct Conte nella lista dei pre-convocati in vista dell’Europeo 2016 da disputare in Francia, racconta in conferenza stampa dal ritiro della Nazionale italiana dove si trova per uno stage in vista di Euro 2016 in conferenza stampa di “essere molto felice di far parte di questo gruppo. Giocare all’Europeo? Sarebbe un sogno che si realizza”.

Quattordici reti nell’ultima stagione di Serie A – “Vengo da un buon campionato fatto con un pò di alti e bassi per infortuni. Mi ritrovo qui, sono felicissimo di esserci. Ce la sto mettendo tutta, poi dovrà essere il mister Conte a decidere se convocarmi o meno”. Così l’attaccante rossoblu che in quest’ultimo campionato di Serie A ha realizzato 14 gol, divenendo una delle rivelazioni in positivo della stagione. “Il campionato italiano è pieno di giocatori stranieri, gli italiani trovano sempre meno spazio ma quelli che ci sono sono ottimi – ha proseguito il centravanti – Io come Schillaci o Paolo Rossi? Sarebbe un sogno però ognuno ha la sua storia, io sto facendo un ottimo percorso e spero di essere convocato. Ma tutto dipenderà da questi giorni qui a Coverciano“.

“Il ct Conte è molto attento al dettaglio” – Pavoletti è stato vittima di un infortunio a marzo che gli ha negato una probabile convocazione. “L’infortunio c’è stato, non posso tornare indietro a quel giorno – ha ricordato il giocatore – Sono contento perché è stata una rincorsa, volevo davvero essere presente in questo raduno, penso al presente e ad allenarmi bene. Sono sicuro che se avrà bisogno di me potrà chiamarmi anche se non mi ha convocato prima. L’impatto con Conte? Il suo metodo di lavoro è veramente attento al dettaglio, in due sedute si è già capita la direzione che vuole dare e dove vuole portare la squadra”, ha concluso l’attaccante dei grifoni.