L’assemblea dei parlamentari del Partito democratico si chiude subito dopo il solo discorso introduttivo del segretario Matteo Renzi, senza nessun intervento da parte di deputati o senatori . La “moratoria alle polemiche interne” viene interrotta solo da Roberto Speranza (minoranza dem), che fuori dalla Camera dei deputati, afferma: “Moratoria? Inizi Renzi a farla, dando segnali positivi ed unitari per esempio le parole sul senato elettivo (la promessa del Premier alla minoranza dem, di una legge per l’elezione dei futuri senatori, dopo il referendum del prossimo ottobre, ndr) sono importanti, ora concentriamoci sulle amministrative, che per me sono l’obiettivo fondamentale e dobbiamo provare a vincere “. Amministrative che vedono l’appoggio diretto e dichiarato delle liste di Ala di Denis Verdini ai candidati Pd, come a Grosseto ed a Cosenza. “Dove c’è Verdini noi perdiamo voti. Lui è buono a portare qualche voto di transfughi ex-berlusconiani in Parlamento – dichiara ai microfoni de ilfattoquotidiano.it -, ma i nostri elettori se ne scappano se lo vedono – afferma Speranza -. Le immagini di Cosenza? Sconsiglio ai nostri candidati sindaco di farsi foto o iniziative con Verdini perché disincentivano la nostra gente ad andarli a votare”. Poi alla domanda se farà parte dei Comitati per il ‘Sì’ al referendum di ottobre sulla modifiche alla Costituzione, Speranza glissa: “Ne parliamo dopo le amministrative