Dopo l’apprezzamento dei giornalisti, gli applausi del pubblico di Cannes, per il film La Pazza Gioia di Paolo Virzì, con Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi, arriva anche un’altra buona notizia. Il film è stato richiesto da 40 paesi.

La pellicola del regista livornese, come ha scritto Anna Maria Pasetti per il Fattoquotidiano.it “percorre le orme del disturbo psichico attraverso le geografie mentalmente parallele di due donne affette da psicopatologie, entrambe ospiti di una struttura terapeutica nella campagna pistoiese”. Ma il film “racchiude anche tanto altro. E felicemente”.

“La voglia di follia e di fuga mi è venuta già da Il capitale umano, quando ho viste arrivare Valeria e Micaela sul set in mezzo al fango ma sui tacchi. Un’immagine, una scena, una coppia di attrici, la loro, che mi è rimasta nel cuore da allora” ha raccontato il regista.