Privatizzare i servizi pubblici è fuori discussione. Debbono rimanere pubblici”. Lo ha detto la candidata sindaco di Roma del M5s, Virginia Raggi, durante un’iniziativa dell’Usb in Campidoglio. “C’è qualcuno che diffonde voci sul fatto che – spiega la Raggi – noi entriamo nelle istituzioni, privatizziamo e licenziamo. Lo dico chiaramente: per i noi i servizi essenziali, come scuola, Atac e Ama devono rimanere pubblici”. E, alla domanda se sono discorsi di sinistra, la candidata M5s risponde: “No di buonsenso, è un programma appoggiato da tanti attivisti di ogni estrazione politica”. Poi sul caso Pizzarotti dice: “Non credo ostacolerà la nostra corsa per il Campidoglio, noi andiamo avanti per la nostra strada e i cittadini giudicheranno il nostro lavoro. La posizione espressa dal blog sulla trasparenza è quella corretta. Ma – prosegue – il caso del sindaco di Pomezia è diverso: ha già chiarito tutto con un post, non credo si possa accostare alla vicenda di Parma”