Quattordici luglio. E’ questa la data fissata per il processo con rito immediato a carico di Fabio Rizzi, l’ex consigliere regionale leghista ed estensore della riforma della sanità lombarda, del suo braccio destro, Valentino Longo, dell’imprenditrice Maria Paola Canegrati , soprannominata “Lady dentiera”, e di altre 10 persone. Rizzi è accusato di aver pilotato una serie di gare d’appalto nel settore dell’odontoiatria.

Lo ha disposto il gip di Monza Emanuela Corbetta che ha accolto la richiesta del pm Manuela Massenz, titolare dell’ inchiesta che a metà dello scorso febbraio ha portato a eseguire 21 provvedimenti cautelari, 9 in carcere, 7 ai domiciliari e 5 obblighi di firma, per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbativa d’asta e altri reati. Il dibattimento si svolgerà davanti al collegio presieduto da Alessandro Rossato. Da quanto si è appreso però Rizzi e Longo stanno trattando con la Procura per patteggiare la pena.