Un’esplosione ha provocato il crollo parziale di una palazzina di tre piani. L’incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 10.30 in via Palata al civico 14, in zona la Rustica, periferia di Roma. Sono quattro le persone soccorse dal 118 e trasportate in ospedale. Tre delle quali sono state estratte dalle macerie dai vigili del fuoco. Si tratta di una ragazza di 25 anni, un uomo di 75 e due uomini tra i 30 e i 40 anni, trasportati nei pronto soccorso degli ospedali Casilino, Tor Vergata, Pertini e Umberto I. Tra i feriti anche il proprietario di casa. Intanto è terminato l’intervento delle unità cinofile dei vigili del fuoco. Prosegue invece l’operazione di rimozione delle macerie, per escludere completamente la presenza di altre persone rimaste coinvolte nel crollo. Nel frattempo l’intera palazzina è stata evacuata

Dalle prime informazioni, il cedimento è avvenuto in un locale sottoscala adibito ad appartamento. Sono state sentite esplosioni in concomitanza con il crollo. Ma è ancora da chiarire la dinamica di quanto accaduto. Secondo quanto accertato, l’esplosione sarebbe partita da una perdita di gas di una caldaia. Una delle ipotesi, infatti, è che questa mattina gli inquilini del piano seminterrato avrebbero contattato il proprietario perché sentivano forte odore di gas. L’uomo, arrivato sul posto, avrebbe utilizzato un accendino per fare luce. E la scintilla avrebbe provocato lo scoppio e il parziale crollo dell’edificio. I vigili del fuoco stanno cercando capire da quale parte del seminterrato è avvenuta la deflagrazione. “Abbiamo sentito un forte boato, sembrava una bomba“, hanno raccontato alcuni residenti della zona. La procura ha aperto un fascicolo. Il pm Francesco Dall’Olio procede contro ignoti per disastro colposo. Le indagini sono affidate alla polizia.