“Oggettivamente Verdini non è al governo, ma per le posizioni che esprime: sostiene il governo”. Così il sottosegretario all’economia Enrico Zanetti (Sc) a ‘Otto e mezzo‘ (La7), dopo le polemiche suscitate dalla presenza al vertice di maggioranza del governo sulla prescrizione, di Ciro Falanga (verdiniano di Ala). “E’ una legittima scelta del Pd e – continua Zanetti – si chiama tecnicamente appoggio esterno”. “Dipende dai provvedimenti“, ribatte Travaglio. “Se ci sono dei provvedimenti largamente condivisi, i verdiniani sono ininfluenti. Se invece al Senato non hanno l’appoggio degli alfaniani o di altri partiti, interviene Verdini mentre sulla giustizia – continua il giornalista -. E’ evidente che c’è un’asse Verdini-Alfano che non hanno nessuna intenzione di riformare la prescrizione per farla fare franca ad un sacco di gente”. “Ieri è successa una cosa da cinepanettone – prosegue -. Falanga ha partecipato in Commissione Giustizia mentre si discuteva sulla prescrizione. Poi ha detto che non c’era, subito smentito dal presidente Casson. E’ una cosa da commediola. Questo – conclude – significa che non avremo mai una legge seria sulla prescrizione”’