“Sul tema della corruzione ho l’impressione che il governo Renzi stia demandando alla magistratura il compito di selezionare la classe dirigente”. Così il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, ospite a Piazza Pulita (La7) risponde al conduttore Corrado Formigli sul problema della corruzione all’interno del Partito Democratico. “Se so che un mio parlamentare va a cena con un mafioso lo sbatto fuori”, prosegue Gomez, che aggiunge: “Renzi si è presentato con Vincenzo De Luca, un governatore la cui elezione è arrivata grazie ai voti fondamentali di una lista di persone dichiaratamente vicine a Nicola Cosentino. Solo chi sta fuori dalla Campania può far finta di non sapere da dove arrivano quei voti. Sul territorio i funzionari di un partito sanno perfettamente chi puzza di mafia”